Caduta sassi

Foto: Raja Läubli

Quando scegli l’itinerario, tieni conto di eventuali informazioni sul rischio di caduta sassi o sulla chiusura di un sentiero dovuta proprio a questo motivo. Se la sicurezza non è garantita, opta per un altro percorso. 

Informati anche sulla meteo dei giorni precedenti: il rischio di caduta sassi è maggiore dopo precipitazioni abbondanti o forti sbalzi di temperatura (ad es. passaggio dal gelo al disgelo).

Consigli durante l’escursione

  • Presta attenzione ai cartelli e ai segnali di pericolo. 
  • Se, con i tuoi compagni, dovete attraversare un’area esposta alla caduta di sassi, fatelo uno alla volta, a passo veloce ma sicuro, evitando di soffermarvi più del necessario (niente picnic o altre soste).
  • Tendi l’orecchio. Quando un masso si stacca dalla montagna e precipita a valle, si sente spesso un rumore che può trasformarsi in un rombo.
  • Guarda bene dove metti i piedi per evitare di provocare tu stesso una caduta di sassi.
  • Torna sui tuoi passi se ti senti insicuro.

Consigli in caso di caduta sassi

  1. Cerca subito riparo
    Allontanati dalla zona di pericolo il più rapidamente possibile. Se non puoi, riparati sotto una sporgenza rocciosa o appoggiati contro la parete per ridurre il rischio di essere colpito da pietre o massi.
  2. Proteggi la testa
    La testa è la parte più vulnerabile del corpo. Se possibile, proteggila con lo zaino, altrimenti con le braccia.
  3. Primi soccorsi / allerta
    Se sei in grado di farlo, presta aiuto ai feriti e, se necessario, allerta i servizi di soccorso. Pensa comunque alla tua sicurezza: resta al riparo e aspetta che la situazione si normalizzi.